Cos’è una SAN

  SAN

Fino agli anni ’80 gli storage erano connessi direttamente ai server: le reti erano troppo lente ed avrebbero drasticamente ridotto le formance.

Per migliorare le prestazioni si utilizzava una interfaccia parallela con un numero limitato di dispositivi connessi.

I primi tipi di connessione con gli storage esterni erano costituiti dagli Small Computer System Interface (SCSI): una architettura bus condivisa con connessioni parallele dedicate tra i server ed i dispositivi di storage.

Le connessioni tra server e storage sono cruciali: un errore di trasmissione potrebbe compromettere in maniera permanente dei dati importanti. Per questo si evitavano connessioni di rete.

Con il tempo le connessioni tra server e storage sono evolute per rispondere a nuove esigenze dando quindi origine alla SAN (Storage Area Network).

La tecnologia più utilizzata attualmente per le SAN è la Fiber Channel (FC).

Velocità attuali: 1,2,4,8,10,16 e 32 Gbit/sec. Tutti i comandi SCSI e i dati utente sono inviati su un FC in pacchetti da 2112 byte.

Una Fabric è una rete di (uno o più) switch interconnessi (domain). Ogni fabric ha un ID (FID) che può avere un valore compreso tra 1 e 218 e deve essere lo stesso su tutti gli switch della fabric.

Ogni switch della fabric ha un domain ID (DID) che lo identifica all’interno della fabric. I valori del DID possono variare da 1 a 239 e devono essere diversi per ogni switch della fabric.

Ogni nodo (porta) della fabric ha un ID a 24-bit Port ID (PID) formato da tre parti:

  • 8 bit per il DID: identifica il dominio
  • 8 bit per Area ID: identifica un numero di porta
  • 8 bit per Node ID: indirizzo dell’ennesima porta

Nel FC esiste il concetto di Switch Principale. Serve a determinare le precedenze tra gli switch senza necessità di aggiungere elementi esterni alla fabric. Il Principal Switch è tra le altre cose connesso ad un timer server.

 

 

LEAVE A COMMENT